IT enogastronomia

Ecco le colline del miglior Sangiovese

Le botti per affinare il miglior Sangiovese

IL MIGLIOR SANGIOVESE È A CASTEL SAN PIETRO TERME

Giuliana Cesari presenta le sue Cantine: ecco dove nasce il miglior Sangiovese“Incantevoli onde”. È con questa poetica immagine che Giuliana Cesari descrive i terreni collinari situati al confine tra l’Emilia e la Romagna, dove la storia di un’azienda vinicola è iniziata negli anni ’60. Suo marito Umberto Cesari è partito da 20 ettari di vigneto e coltivando nel tempo la passione per il vino, ha ampliato l’offerta sfruttando la posizione ideale di quelle terre, protette dai Calanchi Azzurri, una corona di rocce argillose.

La sfida iniziale che ha mosso Umberto Cesari è stata quella di produrre un vino Sangiovese di grande qualità. Ma oltre a vantare il miglior Sangiovese del territorio, ora le cantine annoverano tra i loro vini pregiati Trebbiano, Albana e Pignoletto ed alcune varietà internazionali come Cabernet Sauvignon, Chardonnay e Merlot. Con una regola imprescindibile: nella varietà, mantenere viva la tipicità.

Le Cantine Umberto Cesari a Castel San Pietro Terme contano attualmente sei poderi, 175 ettari di vigneti, 18.000 mq di cantina nonché una sede aziendale rinnovata in tempi recenti.

 

Una sosta di gusto, per scoprire i vini Umberto Cesari a Castel San Pietro Terme

Sala degustazioni del miglior Sangiovese

 

Se avete in programma una gita nei dintorni di Bologna ed in particolare pensate ad una sosta per un’ottima degustazione di vini e cibi assaggini che accompagnano il miglior Sangiovesetipici della regione, non perdetevi l’occasione di fare tappa presso queste cantine. Prendete appuntamento per apprezzare la tradizione e modernità che si fondono in una linea di vini dal carattere deciso e delicato come il Tauleto, il Liano e Liano Bianco, il Laurento, lo Yemula, che si possono degustare assieme a qualche assaggio delle prelibatezze culinarie tipiche del territorio, presso l’accogliente sala degustazioni. Da non perdere, poi, l’ultima creazione delle cantine Umberto Cesari, il Resultum.

 

LE BOTTI DELLE CANTINE UMBERTO CESARI

L’invecchiamento di un vino pregiato, come quello necessario per ottenere il miglior Sangiovese, non è solo questione dCandy Valentino a fianco di una delle botti del miglior Sangiovesei attesa. Per garantire ai vini gli standard qualitativi più alti, gli enologi effettuano ogni anno più di 22.500 analisi sui vini in bottaia.

L’affinamento dei vini prodotti dalle cantine Umberto Cesari è ottenuto in botti di legno che contribuiscono a migliorarne le caratteristiche organolettiche. Tipi di vini differenti vanno invecchiati con tempistiche diverse che vanno da alcuni mesi a qualche anno. Nelle sei bottaie Umberto Cesari si alternano barrique e tonneaux di Allier francese con botti di Rovere di Slavonia. Il vino viene conservato in tre tipi di botti:

  • le barriques che contengono 225 litri,
  • i tonneaux, da 550 litri,
  • le botti propriamente dette, in legno pregiato che contengono circa 30 ettolitri.

 

LA PRODUZIONE DEL VINO ETICHETTATO UMBERTO CESARI

Le vigne Umberto Cesari lavorano principalmente con allevamenti:miglior Sangiovese

  • a Guyot, con il rinnovo annuale del capo a frutto;
  • a Cordone speronato, con piccole porzioni (1-3 gemme) di tralcio di un anno collocate su un cordone orizzontale di più anni.

Per produrre il miglior Sangiovese e vini di gran qualità è fondamentale curare ogni fase del lavoro in vigna. Un esempio è il lavoro necessario per mantenere le geometrie dei filari. Tra il mese di dicembre e quello di marzo si effettua la potatura. In seguito, avviene la scacchiatura, per sfoltire i germogli. Tramite la spollonatura, invece, si rimuovono i germogli presenti alla base del tronco. In prossimità della fioritura si esegue la defogliazione per esporre maggiormente i grappoli alla luce solare. Tra il mese di giugno e la metà di luglio c’è la cimatura, che mantiene la struttura dei filari e riduce il fogliame. Dopo l’invaiatura, quando le uve rosse iniziano a cambiare colore, si diradano i grappoli: la qualità vince sulla quantità.

 

La raccolta: il momento più atteso per avere il miglior Sangiovese

Resultum, ultima creazione delle Cantine Umberto CesariLa raccolta dei grappoli d’uva maturi si svolge, in genere, tra i mesi di settembre e ottobre ed è il momento più atteso. In una cantina che sta al passo con le nuove tecnologie di produzione come la Umberto Cesari, il contributo di enologi e cantinieri permette di preservare ed esprimere al meglio la qualità e le caratteristiche delle uve.

La vendemmia è un momento tipicamente faticoso ed al contempo gioioso: si conclude il tempo dell’attesa e si raccoglie “fisicamente” il frutto del duro lavoro di tutto l’anno. Grazie alla vantaggiosa vicinanza delle vigne alle cantine Umberto Cesari, la pigiatura può avvenire nella stessa giornata della vendemmia.

  • Se le uve sono a bacca rossa, una volta pigiate e diraspate vengono trasferite nei vinificatori dove avviene la fermentazione alcolica;
  • se le uve sono bianche vengono trasferite in presse soffici che effettuano la separazione del mosto.

 

Candy Valentino

 

 

Please follow and like us:
error
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)