la produzione del caffè a napoli
Enogastronomia

Dove bere il miglior caffè a Napoli e provincia? Alla scoperta della cooperativa Lazzarelle

Bere un buon caffè a Napoli o nei dintorni è un must: il caffè napoletano è famoso in tutto il mondo ed è considerato un simbolo della città. Esistono tante marche di buona qualità che producono questa bevanda particolarmente amata dagli italiani. Oggi però parliamo di una cooperativa che, oltre a produrre a Pozzuoli e a vendere in tante città italiane un caffè di prima qualità, permette anche alle ex detenute di lavorare ed evitare le recidive. Si tratta della cooperativa Lazzarelle nata nel 2010 nella casa circondariale femminile di Pozzuoli. Il caffè artigianale venduto dalle donne della cooperativa viene realizzato secondo l’antica tradizione napoletana.

Lo scopo del caffè napoletano Lazzarelle

il caffè a Napoli delle Lazzarelle

Il lavoro dopo la reclusione offre dignità e facilita l’inclusione sociale. È importante ripensare il carcere da sistema punitivo a luogo di reinserimento sociale. Questo è lo spirito che anima l’economia carceraria e il progetto Lazzarelle e unisce due soggetti deboli, le donne detenute e i piccoli produttori di caffè del sud. I grani di caffè lavorati dalle detenute vengono comprati dalla cooperativa Shadilly che sostiene proprio i produttori di piccole dimensioni.

L’intero ciclo produttivo, dalla tostatura del caffè, allo stocaggio in silos, alla macinatura fino all’impacchettamento, si svolge all’interno del carcere. Alla produzione di caffè artigianale, nel tempo, si è aggiunta quella di tè, infusi e tisane.

Il miglior caffè napoletano

La storia del caffè in Italia sembra sia iniziata nel 1570 a Venezia ma il caffè di Napoli oggi è uno dei più rinomati della penisola. Come si fa un ottimo caffè? Questa bevanda è prodotta da Lazzarelle, in ogni fase del suo procedimento di lavorazione, senza aggiunta di additivi. Inoltre vengono rispettati i tempi naturali di preparazione dell’antica scuola artigiana napoletana. Le confezioni sono realizzate in materiale riciclabile. Per garantire un prodotto buono in ogni senso e non solo al palato, vengono quindi tenuti d’occhio anche la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente.

Dove bere il caffè a Napoli?

chicchi del miglior caffè artigianale

Se volete assaggiare le bevande di Lazzarelle a Napoli, presto potrete approfittare del bistrot che aprirà nella Galleria Principe di Napoli, di fronte al Museo Archeologico Nazionale. Qui gli amanti del caffè espresso potranno gustare il prodotto che rappresenta la vera italianità in tutto il mondo, nonostante le sue origini siano da attribuire ai turchi.

Bistrot Lazzarelle vuole essere un luogo dove permettere alle persone di partecipare attivamente all’empowerment di donne e uomini detenuti ed ex detenuti. Questo avverrà nel modo più piacevole, ovvero attraverso il cibo e la convivialità. Nel locale si svolgeranno anche eventi che facilitino l’aggregazione all’insegna della cultura come mostre fotografiche, convegni e presentazioni di libri.

Imma Carpiniello racconta nell’intervista a “Il Gusto con Candy Valentino” che potete ascoltare di seguito e sulla Webradio SenzaBarcode, la storia della cooperativa Lazzarelle:

Candy Valentino

error: Protected content