Esposizione di abitini di ELI. B

Ho notato lo stile particolarissimo degli abitini di ELI. B in occasione di una sfilata allestita presso il temporary concept store di Roma “Manifactory”. Nell’attesa di veder iniziare lo show, ho sbirciato tra gli stand di chi esponeva in quei giorni e mi avevano colpito i colori sgargianti e le linee retrò delle creazioni di questo brand, vagamente ispirate alla dolce vita.

Un paio di settimane dopo ho fatto un breve tour nella provincia di Viterbo che ho raccontato sulla mia pagina Instagram. Ho assistito alle sfilate del carnevale, approfittato delle Terme dei Papi, testato un buon ristorante della zona, girato il centro storico della città. Ma tra intrattenimenti e architettura non poteva mancare una passeggiata all’insegna dello shopping. Ed è così che, percorrendo via Roma, mi è caduto l’occhio su una vetrina coloratissima e ho riconosciuto quegli stessi abitini che mi avevano colpito a Manifactory.

«Sono proprio contenta di sentire questo – mi dice Elisabetta Pesce, creatrice del marchio – perché uno dei miei obiettivi creando questa linea era proprio che fosse facilmente riconoscibile».

Come ti è venuta l’idea di concentrarti unicamente sulla produzione di questi vestitini? Il tuo temporary store a Viterbo ruota tutto attorno a questo unico prodotto, in moltissime diverse versioni.

Uno degli abitini di ELI. B

«Dopo aver deciso di abbandonare la vita frenetica di Milano, dove lavoravo da Prada fino a 7 anni fa, a Viterbo ho avviato 3 diverse attività commerciali legate all’abbigliamento. Inizialmente ho proposto questi vestitini all’interno di un negozio con più prodotti. Poi ho visto che si vendevano moltissimo e ho fatto una scelta coraggiosa e rischiosa: quella di puntare su un prodotto solo».

Raccontaci gli abitini di ELI. B

«L’abito parte da un concetto molto semplice. È un “abito base” che viene confezionato addosso a ciascuna cliente tramite l’utilizzo di moltissimi accessori. Sottogonna, cinturina, cappellini e molti altri dettagli che fanno la differenza. Il negozio ELI. B infatti è pieno di accessori e questo rende l’esperienza dello shopping un momento divertente e creativo anche per le clienti. È uno shopping diverso, meno passivo: non si entra a comprare solo una cosa che serve ma anche per godersi il momento dell’acquisto».

Gli abitini di ELI. B ed il ritorno agli anni ‘50

Quello di ELI. B è un abito romantico che rievoca lo stile della dolce vita, molto legato alla femminilità. In queste creazioni “essere” e “apparire” si fondono con stile ed eleganza in modo armonioso.

Borsette ed abitini di ELI. B
Nel negozio di ELI. B in vendita le borse della stilista belga Ellen Cornelis, “Woody Ellen”

«Ho colto al volo un momento di ritorno della moda agli anni ’50 per sviluppare i primi modelli e proporli sul mercato – prosegue Elisabetta –. In un secondo momento è nato anche l’abito lungo in satin che sta bene a chiunque ed è ideale per chi cerca una soluzione semplice ed elegante al tempo stesso. Ho scelto di puntare prima di tutto sulle tinte unite e le tonalità accese per focalizzare l’attenzione sul modello anziché sulle fantasie».

Uno degli aspetti incredibili di questa collezione è che ogni modello è “trasformabile”. Basta inserire un sottogonna ed ecco che un capo semplice utilizzabile di giorno diventa un abito da fiaba perfetto per una cerimonia.

I tessuti degli abitini di ELI. B

Gli abiti ELI. B sono prodotti per la maggior parte in cotone 100%. In molti casi la scelta del semplice cotone non è più una banalità e sul mercato si trovano sempre più tessuti misti sintetici. I tessuti di cotone scelti per il brand ELI. B hanno una triplice garanzia:

  • la garanzia dell’alta qualità certificata Öko-Tex,
  • la garanzia della resistenza al lavaggio,
  • la garanzia dell’inalterabilità dei colori dovuta al processo di colorazione eseguito presso un’unica tintoria.

In tal modo anche in caso di lavaggi frequenti i tessuti non stingono. ELI. B effettua periodicamente controlli qualità per garantire che i capi soddisfino pienamente e a lungo le esigenze qualitative più alte. Tutti i tessuti acquistati a metraggio per confezionare i vestiti del marchio hanno un’ottima qualità e non contengono sostanze nocive conformemente ai requisiti della Öko-Tex Standard.

L’Oeko-Tex Standard di ELI. B

L’Oeko-Tex Standard 100 è uno standard unico di certificazione e controllo nel settore delle materie prime tessili, dei semilavorati e dei prodotti finiti in tutte le fasi di lavorazione. Questo permette di identificare i prodotti che non presentano alcun rischio per la salute del consumatore.

Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è una norma tecnica per la certificazione del tessile biologico, sostenuta a livello internazionale da alcune tra le principali organizzazioni che promuovono l’agricoltura biologica a livello mondiale.

«Ho scelto questo cotone bio anche per la sensazione che dà sulla pelle a chi lo indossa: molte clienti tornano ad acquistare i miei capi proprio perché percepiscono questa differenza».

Il negozio di abitini di ELI. B
Gli abitini di ELI. B alla fashion week

Dove si possono ammirare ed acquistare gli accessori e gli abitini di ELI. B?

Il marchio ELI.B è stato presentato alla Budapest Fashion Week già dal 2015 e dopo il successo riscontrato tornerà a sfilare come ogni anno anche nella prossima edizione dell’evento. Ad Aprile Elisabetta Pesce proporrà a Budapest delle varianti dei suoi abiti femminili, per stupire ancora una volta il pubblico.

Anche in occasione della Tiffany Fashion Week 2017 a Parigi ELI. B ha presentato la sua collezione facendosi notare e catturando l’attenzione di giornalisti e fotografi.

Per acquistare le creazioni del marchio, oltre a recarsi presso lo store di Viterbo, si può procedere tramite lo shop online. Inoltre, consultando la sezione news del sito ci si può tenere aggiornati sulle partecipazioni del brand ad altri eventi di varie città, dove alcuni capi verranno messi in vendita.

Candy Valentino

Please follow and like us:
error